La rete Turismo Rifiuti Zero vuole unire le principali mete turistiche italiane d'eccellenza nel comune intento di ridurre i costi economici e gli impatti ambientali della produzione di rifiuti generata da elevati flussi turistici e nel contempo vuole garantire un'offerta di turismo sostenibile sempre più ampia e variegata.

 

La rete nasce dall'esperienza di Taormina dove sarà avviato da gennaio 2015 un sistema di raccolta porta a porta presso gli albergatori, denominato “Raccolta differenziata fatta ad arte”, che vuole coniugare la gestione virtuosa del sistema dei rifiuti con la tutela e la valorizzazione dell'eccezionale patrimonio artistico e paesaggistico taorminese.

 

Al fine di accrescere esperienze virtuose di questo tipo e con lo scopo di unire pregi ambientali con eccellenze turistiche per migliorare la qualità della vita di un territorio e la sua ospitalità, il 19 settembre è stato inaugurato il primo gemellaggio per turismo rifiuti zero tra Taormina, Capri e Sorrento con un convegno dedicato alla presentazione dei primi casi di alberghi rifiuti zero realizzati in Campania.

 

Da allora hanno manifestato l'interesse ad aderire alla rete importanti centri turistici italiani come Forte dei Marmi, Lerici, Sanremo, San Marino, Lido di Camaiore e come ultimo caso Pompei.

 

Lo scopo è creare per il 2015 un programma di ricerche e iniziative sul tema della prevenzione dei rifiuti in ambito turistico che possa determinare la sperimentazione di buone pratiche e la diffusione di strumenti ed esperienze tra le principali mete turistiche italiane oltre che la promozione di un marchio “Turismo Rifiuti Zero” in grado di proporre offerte turistiche sostenibili.

 

La rete Turismo Rifiuti Zero è nata da un'idea di Stefano Di Polito, esperto di organizzazione e innovazione della comunicazione del territorio e di marketing turistico, sviluppata con Alessio Ciacci, amministratore di Messinambiente e tra i fondatori della strategia italiana Rifiuti Zero e con Raphael Rossi, progettista dei principali casi d'eccellenza in Italia per i sistemi avanzati di gestione dei rifiuti.

Per aderire alla rete o richiedere informazioni potete scrivere a rete@turismorifiutizero.it

Vi aspettiamo il 27 febbraio 2015 a Forte dei Marmi

Iscriviti al secondo incontro della Rete Turismo Rifiuti Zero